Obbiettivi raggiunti

Federtraslochi  non è solamente buoni propositi, ma anche una serie di importanti risultati conseguiti nell’interesse della categoria.

Di seguito ne ricordiamo alcuni:

  • Riconoscimenti generali alla categoria:
    • CCNL Trasporti & Logistica: per la prima volta è stato negoziato e firmato anche da Federtraslochi, che è riuscita a far inserire alcune condizioni specifiche per la nostra attività, differenziando il lavoro dei nostri autisti da quelli impiegati nelle aziende di trasporto tradizionali
    • Associazioni Nazionali: adesione della nostra associazione alle principali associazioni imprenditoriali nazionali (Confcommercio, solo per citarne una)
    • Rapporti con le amministrazioni locali: A Milano ed in alcuni comuni dell’hinterland, grazie alla nostra attività, il traslocatore professionale è oramai riconosciuto (e rispettato) come operatore economico specifico e viene sempre consultato ogni volta che le amministrazioni intendono emanare provvedimenti che possano avere un qualche impatto sulla loro operatività (vedi la questione ZTL di Milano)
    • Nuovo Regolamento di Polizia Urbana Roma Capitale: un primo risultato tangibile della sezione romana di Federtraslochi è stato l’aver fatto approvare a novembre 2018 il nuovo RPU di Roma Capitale in sostituzione di quello prima in vigore, datato novembre 1946 !!  (leggi l’articolo)
    • Agevolazioni: ai nostri associati vengono riconosciute diverse agevolazioni: sconti sui pedaggi di autostrade e tunnel, sui traghetti e su molte altre voci di spesa
    • Albo dei traslocatori: da anni oggetto di studio e di pressioni, parrebbe finalmente sul punto di essere implementato, almeno come sezione specialistica dell’Albo Nazionale dei Trasportatori

 

  • Attività specifiche della delegazione  provinciale di Milano:
    • Permessi di sosta: dopo lunghe lotte con l’amministrazione comunale, siamo riusciti ad ottenere regole certe sul rilascio dei permessi ed orari e procedure unificati per tutti i comandi di zona. In precedenza ogni singolo comando poteva agire con la massima discrezione, causando così non pochi disagi agli operatori e creando ‘zone d’ombra’ a volte spiacevoli
    • Tariffe agevolate: sulle tariffe dell’OSAP abbiamo fatto una lunga battaglia che ci ha portato ad ottenere il coefficente di calcolo della tassa più basso tra tutti gli operatori economici.
    • ZTL e Area C: abbiamo ottenuto deroghe ad ogni divieto che veniva man mano disposto dall’amministrazione, ad esempio possiamo operare anche nella fascia oraria 8-10 che invece è proibita a quasi tutti gli altri operatori
    • Deroghe normativa Euro: siamo riusciti ad ottenere deroghe al divieto di circolazione prima per i mezzi Euro3 ed oggi anche per gli Euro4
    • Contributi FAP: abbiamo avuto accesso ai contributi (a fondo perduto) per il montaggio dei filtri anti particolato per adeguare i mezzi alle nuove normative in materia di inquinamento
    • Rapporti  con il Comune: a seguito del riconoscimento della categoria, abbiamo potuto aprire un canale diretto con l’amministrazione comunale che ci ha permesso di partecipare alla definizione di norme e regolamenti
    • Informatizzazione dei permessi: abbiamo partecipato allo sviluppo e all’implementazione del sistema OSAPI, piattaforma che permetterà di richiedere ed ottenere i permessi per via telematica, senza dover accedere fisicamente agli uffici di PL. La parte informatica del sistema è già completamente funzionante e il mancato avvio è dovuto solo ad una carenza formativa della Polizia Locale. Anche in questo senso ci stiamo attivando ed intendiamo far pressioni.

Queste sono solo alcune delle attività e dei risultati di Federtraslochi ma la cosa più importante, anche se è la meno visibile, è che finalmente sembra nascere uno spirito di categoria che vada al di là degli interessi dei singoli, premessa necessaria ad una vera crescita delle nostre imprese.